ABU DHABI+MALDIVE

Abbinate il mix unico di splendore arabo, fatto di lusso, tradizioni secolari e modernità, al relax su uno stupendo atollo maldiviano, con le sue spiagge bianche lambite dalle calde acque dell'Oceano.

Il viaggio comincerà da Abu Dhabi, capitale degli Emirati Arabi, che meno di un secolo fa era una stazione di pesca e raccolta di perle, punteggiata di ripari di fortuna realizzati con le palme. Oggi è una città lussureggiante con grattacieli di vetro da Guinnes dei Primati, grandi viali alberati e lunghissime spiagge pubbliche, dove meravigliarsi è talmente frequente che diventa quasi un’abitudine. Ad Abu Dhabi tutto è fuori misura, le Ferrari, Lamborghini e Rolls Royce sfrecciano con la frequenza con cui da noi si incontrano le utilitarie a Milano e ci si imbatte in hotel che valgono 3 miliardi di dollari (come l'Emirates Palace con la sua cupola dorata). Percorrendo la splendida Corniche (il suo lungomare lungo 8 chilometri) vi sembrerà di vivere in una città perfetta: si impedisce che si costruisca in maniera sconsiderata, l’equilibrio e la simmetria regnano sovrani, il mare è cristallino, le spiagge bianche, le strade pulite e tutto intorno è verde (nell’emirato desalinizzano l’acqua e hanno letteralmente fatto rifiorire il deserto). Oltrechè della modernità ostentata, Abu Dhabi è anche la città dell'arte, con la moschea Sheikh Zayed Bin Sultan Al Nahyan - una delle più grandi al mondo - ricca di tappeti iraniani, lampadari in cristallo Swarovski, ceramiche turche, ma soprattutto il marmo con cui è costruito l’intero edificio proveniente dall’Italia, adornato da oro a 24 carati.

Abu Dhabi , con la sua unicità, vi lascerà la piacevole sensazione di sentirsi trasportati avanti e indietro nel tempo?

Quello che invece sappiamo di certo è che saranno le Maldive dove vorrete fermare il tempo, lontani dallo stress quotidiano, alla ricerca della beatitudine su lussureggianti spiagge bianche, tra lagune turchesi, delfini e palme da cocco. Divise in 26 atolli con 1190 isole coralline sparpagliate nell'Oceano Indiano, dove vivono oltre duemila specie di pesci dai piccoli della barriera corallina alle maestose mante e murene, scoprirete un paese al mondo che vive in simbiosi con il mare, un ecosistema fragilissimo sempre in pericolo di scomparire.

Le tonalità contrastate del blu del mare profondo, del verde-azzurro delle lagune, del bianco abbagliante della sabbia corallina a grana grossa e del verde scuro della vegetazione tropicale si fonderanno - davanti ai vostri occhi - in una tavolozza di colori unica al mondo che farà da scenografia al vostro viaggio da sogno.


Quando andare? Negli Emirati Arabi Uniti il clima è desertico, con inverni molto miti e soleggiati, ed estati caldissime, in cui l'umidità del Golfo che rende il caldo insopportabile. Le precipitazioni annue sono concentrate nei mesi invernali, sono rare ma avvengono sotto forma di rovesci, che a volte possono essere intensi. Le Maldive hanno un clima tropicale, caldo tutto l'anno e influenzato dai monsoni. Il monsone dalla fine di aprile ad ottobre, si fa sentire maggiormente nelle isole settentrionali ed è accompagnato dal vento, che può rendere mosso il mare e dunque può disincentivare attività come le immersioni; inoltre è accompagnato da maggiore umidità e nuvolosità più frequente.Quello che soffia da ottobre a dicembre, è più tranquillo e più che altro si limita a portare rovesci e temporali pomeridiani o serali, soprattutto negli atolli meridionali. Il periodo più secco, al di fuori dai due monsoni, va da gennaio ad aprile.

La nostra idea ? 13giorni/10 notti con volo da Milano -

Per saperne di più? Clicca qui


#abudhabi #maldive #relax #oceanoindiano #marilontani #estensionemare #inverno